Procedure per le adozioni

Adotta un peloso: da dove cominciare?

Se sei qui è perché stai pensando di adottare uno dei nostri  pelosi e quindi non possiamo che ringraziarti!
Ti chiediamo di dedicarci qualche minuto, rispondendo al nostro questionario , ci darà e ti darà un’idea dell’impegno che stai per prendere e ricorda che…
Decidere di adottare un cane è una decisione molto importante, una scelta di vita poiché la vostra vita cambierà.
Adottare un cane significa assumersene piena responsabilità, vita natural durante (15 anni).
Significa organizzare le vacanze tenendo in considerazione anche il vostro nuovo amico.
Significa assumersene gli oneri economici
Significa avere la casa “un po’ più pelosa” Significa educarlo alla convivenza in famiglia e fuori.
È in un certo senso come decidere di avere un figlio, poiché lui graverà (e conterà) tutta la vita su di voi..
Al momento dell’adozione, viene fatto firmare all’adottante un modulo, nel quale si impegna a custodire l’animale con le dovute cure, a non cederlo a terze persone e a non abbandonarlo mai.
Il cane verrà affidato microchippato e può essere soggetto a futuri controlli: tutto ciò viene fatto unicamente per tutelare il cane.
Prima di decidere di adottare un cane, è quindi buona norma rifletterci non una, ma 1000 volte e considerare i vari possibili impedimenti o problemi che potrebbero anche sorgere in un secondo tempo..
Qualche consiglio…
Il cane non necessita di un giardino per essere felice, ma non può stare chiuso in casa 8/10 ore consecutivamente, se lavorate tutto il giorno potete rivolgervi ad un Dog Sitter di fiducia (prima dell’adozione) o rinunciate al cane.
Per le persone anziane è molto meglio un cagnolino di una certa eta’ piuttosto che un cane giovane che richiede un impegno maggiore
Se avete un bimbo piccolo non è sempre una buona idea adottare un cucciolo, in quanto il cane adulto ha la pazienza e la “testa” per poter tollerare le intemperanze del cucciolo di uomo, inoltre non sentirà l’irresistibile bisogno di mordicchiare e giocare con tutto ciò che si muove evitando magari di farlo cadere in terra ogni 5 minuti..
Il cucciolo non e’ un regalo per un bambino — il cucciolo fa una serie di disastri per almeno i primi 6/7 mesi  di vita, sporca in casa per almeno 3 mesi ed è difficile stabilire con esattezza quanto crescerà poiché nel caso dei trovatelli non si conoscono i genitori.

LE MILLE  SCUSE GIA’  SENTITE DA CHI ABBANDONA IL PROPRIO ANIMALE
• Ho cambiato casa/la casa è piccola/non ho più il giardino  o Il cane non si ama in base ai metri quadri di pavimento o terra!
• Mi è nato un figlio – E’ una cosa che poteva succedere e comunque le due cose non sono incompatibili
• Il cane è diventato grande…E allora???
• Il cane abbaia… – Rivolgiti ad un educatore se tu non riesci ad educarlo
• Il cane soffre troppe ore in casa da solo – E quindi starebbe meglio in canile dove le ore da passare da solo saranno 24…??
• Mi è venuta un’allergia (a me, a mio figlio)… – Scusa tra le più gettonate
• Perde un sacco di peli o puzza… – Anche tu!
• Devo andare in vacanza… – Anche lui viene volentieri con te (ma non avevi detto che non ci sarebbero stati problemi?)
• E’ una responsabilità troppo grande che non avevo ben valutato… – Di grande c’è solo la tua stupidaggine e crudeltà – pensa prima di agire.

NON “SPEDIAMO” CANI , GATTI A DESTINAZIONE, DOVRETE VENIRE VOI ALL’ARRIVO.

A stesso, senza condizioni, senza limiti, ma voi siete in grado di fare lo stesso?
Ci sarete sempre per lui ? E se non ci sarete più voi, ci sarà qualcuno a compensare la vostra assenza?
Non sempre un cane si addice a voi, per mille motivi, può essere troppo esuberante per voi, difficile da gestire, ne per colpa vostra ma neanche per colpa sua, semplicemente perché la vita di un cane abbandonato e le sue tragedie vanno al di là della vostra immaginazione ….
Pensateci, pensateci bene, dieci, cento, mille volte quando state per compiere questo nobile gesto.
Fate in modo che possiate essere certi che non ci saranno quelli che per voi possono essere ”imprevisti” ma che per lui sarebbero l’ennesimo tradimento.
E’ facile innamorarsi di un cucciolo e dimenticarsi che poi si “farà cane” : voi per lui voi sarete sempre lo stesso umano con cui lui ha ricominciato a vivere!
Non abbiamo la presunzione di conoscervi ma conosciamo il passato e il presente di questo essere di cui vi siete innamorati e vorremmo che il suo futuro fosse finalmente sereno, felice.
Ascoltateci e riflettete, grazie……………

Piccolo vademecum sulla  taglia del cane….

– cani di piccola taglia, non superiore a 10 kg
– cani di media taglia, superiore a 10 fino a 25 kg
– cani di grande taglia, superiore a 25 fino a 45 kg
– cani di taglia gigante, non inferiore a 45 kg)
– cani sotto i 5 kg Toy ovvero appositamente selezionati dall’uomo quindi impossibile per un meticcio!

Queste le categorie standard riferite ad una cane adulto; nella maggior parte dei casi purtroppo è difficile indicare con certezza la taglia di un cucciolo se, come spesso succede, è stato abbandonato e non si conoscono i genitori!

Nel caso voleste essere certi della taglia definitiva del cane adottate un cane adulto, anche per il carattere.

TUTTI I NOSTRI CANI RACCOLTI A OLIVENZA O IN ALTRE PERRERAS O RECUPERATI DALLA STRADA VENGONO VISITATI, CURATI, OPERATI E STERILIZZATI DAI MEDICI L’EQUIPE MEDICA VETERINARIA DELLA CLINICA UNIVERSITARIA DE EXTREMADURA A CACERES

ADOTTIAMO SOLO AL NORD E CENTRO ITALIA
Questa scelta è dovuta al fatto che al sud purtroppo la piaga del randagismo è ancora molto presente ed eticamente non possiamo certo togliere nemmeno un’opportunità di adozione alle centinaia di cani che girano randagi per le strade o aspettano una nuova possibilità di vita nelle decine di canile che li ospitano. Questa scelta non ha assolutamente alcuna radice etno-geografica, ma è solo un gesto di lealtà verso i moltissimi randagi adottabili e verso i volontari che si danno da fare ogni giorno per dare loro una nuova possibilità. In Spagna le procedure di adozione sono le medesime che in Italia. Nessun cane salvato dall’Associazione dovrà mai più entrare in una perrera o in un canile italiano. L’Associazione ha il diritto di prelazione sia in Spagna che in Italia laddove si presentassero  delle problematiche anche future.

NON REGALIAMO E NON VENDIAMO CANI E GATTI
Ricordate sempre prima di tutto da dove provengono e che del loro passato non ci è dato sapere nulla, li conosciamo da quando li abbiamo incontrati e raccolti, non sappiamo dove abbiano vissuto né come….unico dato certo è che hanno vissuto male e che male stavano per finire!
Ci sono traumi che rimangono dentro tutta la vita e abitudini che è difficile togliere: potrebbero non saper andare al guinzaglio, potrebbero sporcare in casa per i primi tempi; molti di loro non conoscono minimamente i rumori della città perché provengono da una zona dove non c’è nulla e potrebbero spaventarsi per cose che a noi sembrano scontate. Diciamo ciò non per intimorire, ma per raccomandarvi di aiutarli a capire il loro nuovo mondo ed educarli ad una nuova vita fatta di felicità! Possiamo senz’altro dirvi che comunque sono tutti cani di indole buona, infinitamente bisognosi di essere amati e di ricambiare con gratuità ed in modo incondizionato.
Diamo in adozione cani e gatti sopravvissuti alle perreras spagnole o che hanno vissuto esperienze drammatiche di abbandono, di maltrattamento, che hanno vissuto per strada anche per mesi, che hanno patito la fame: desideriamo che la loro vita, dall’adozione in poi, sia piena d’amore e rispettosa della loro personalità e dignità. Per questa ragione prendiamo tutte le misure necessarie per valutare l’idoneità della famiglia adottante. SEGUIAMO UN PRECISA PROCEDURA, che ci permette di collocare il cane nell’ambiente a lui più idoneo e aiuta le famiglie nella scelta del cane più adatto al loro stile di vita. Non è possibile adottare un cane presso la nostra associazione senza seguire l’iter di adozione.

PROCEDURA PER L’ADOZIONE

  1. Se interessati all’adozione, il primo passo da compiere è scrivere una mail scrivere a progettoanimalistaperlavita2@gmail.com specificando il nome del cane o del gatto che vi ha colpito. Noi valuteremo la richiesta e vi aiuteremo a comprendere se l’animale scelto è quello più adatto alla vostra situazione familiare.
  2. Una nostra volontaria prenderà contatto con voi a mezzo email ed invierà un’informativa contenente i dettagli sulle modalità di adozione ed il questionario, che dovrà essere compilato e rispedito all’indirizzo specificato
  3. Se il questionario verrà valutato positivamente, seguirà un colloquio telefonico con i responsabili dell’associazione
  4. In seguito riceverete una visita presso la vostra famiglia da parte di una volontaria, con lo scopo di conoscere personalmente voi e l’ambiente dove troverà accoglienza il nostro peloso. La visita verrà concordata tra voi e la volontaria, compatibilmente con le vostre esigenze di orario. SOLO DOPO LA VISITA DI PREAFFIDO IL CANE POTRA’ CONSIDERARSI ADOTTATO. LA DECISIONE FINALE SULL’ADOZIONE SPETTA INSINDACABILMENTE AL DIRETTIVO, CHE VALUTERA’ TUTTI GLI ELEMENTI, CIOE’ QUESTIONARIO, COLLOQUIO TELEFONICO E L’ESITO DELLA VISITA, CHE VERRA’ RIFERITO DALLA VOLONTARIA.

Noi vogliamo assicurare ai nostri animali un futuro sereno e permettere loro di dimenticare il passato. La nostra procedura serve a questo, oltre che garantire all’adottante di potersi prendere cura di un cane o un gatto il più possibile compatibile con le sue abitudini di vita.

– Superata la parte burocratica la tempistica e’ di circa 2 mesi, poiché i cani e gatti in Spagna devono fare la quarantena presso la clinica e successivamente verranno sterilizzati, vaccinati, microchippati, sverminati; vengono altresì effettuati i test rapidi per riscontrare l’eventuale presenza di malattie mediterranee, come filaria, erlichia, anaplasma e leishmaniosi. Su richiesta dell’adottante possono essere effettuati degli esami del sangue approfonditi, il cui costo di € 50 è a carico dell’adottante

– Qualora i cani  e i gatti  non arrivassero già sterilizzati, perché in età troppo piccola per affrontare l’intervento, sarà obbligo dell’adottante provvedere personalmente, dandone certificazione all’associazione stessa entro 60 giorni dalla data dell’affidamento. Nel caso non venisse sterilizzato l’associazione potrà riprendere il cane.

– Per l’adozione chiediamo un contributo, per far fronte, almeno parzialmente, alle spese sanitarie (castrazione, sterilizzazione , test malattie mediterranee, vaccini, passaporto, microchip, pensione  ed eventuali inteventi chirurgici).